Covid

Emergenza

Prevenzioni e linee guida

Le attività dei Centri Estivi 2021 sono state strutturate secondo le indicazioni previste dalle Linee Guida nazionali e regionali in materia di contenimento del contagio da COVID-19.

Per questo si prevede di agire in sinergia con le Amministrazioni comunali e con le famiglie per organizzare le attività dei centri estivi in totale sicurezza al fine di tutelare la salute dei nostri piccoli utenti e di garantire loro il diritto all’educazione e alla socialità.

Di seguito specifichiamo le linee guida adottate nei nostri centri estivi su tutto il territorio nazionale. Le stesse potrebbero subire delle variazioni a seconda delle indicazioni specifiche delle singole Amministrazioni Comunali:

Cosa accade all’ingresso?

Tutti gli operatori e tutti i bambini ogni giorno verranno sottoposti al controllo della temperatura prima dell’ingresso alla struttura. Qualora una persona risultasse febbricitante, non potrà accedere alla struttura. In questo caso l’educatore dovrà registrare la temperatura nella scheda giornaliera alla presenza del genitore o dell’adulto di riferimento. Il genitore dovrà firmare la scheda sanitaria abitualmente in uso nella struttura in caso di febbre o altri sintomi accusati dal bambino. Per agevolare il distanziamento durante il triage verranno apposte a terra delle strisce adesive.

L’educatore attenderà tutti i bambini immediatamente dopo l’area triage.

Alla presenza di tutti i bambini del suo gruppo/bolla si recherà presso la sezione assegnata.

Gli ingressi saranno scaglionati ad intervalli di tempo regolari per evitare assembramenti.

Ogni educatore accoglierà il proprio gruppo/bolla all’orario stabilito.

Una volta che tutti i bambini saranno nelle rispettive sezioni, il personale ausiliario provvederà alla sanificazione della zona Triage.

E’ obbligatorio per gli operatori e i bambini rimanere al proprio domicilio nel caso in cui uno o più componenti familiari presentassero sintomi simil influenzali e/o presenza di febbre (≥ 37,5°C).

Quali sono i dispositivi di Protezione Individuale che usiamo nei centri estivi?

In condizioni normali, il personale dei centri estivi userà la mascherina.

Qual è la procedura per i bambini con sintomi sospetti?

In caso presenza di sintomi sospetti:

  • Il bambino viene accompagnato nella “zona rossa” uno spazio apposito, separato dagli altri ambienti, nell’attesa dell’arrivo dell’adulto.
  • L’operatore indosserà mascherina FFP2, guanti, camice e la visiera.
  • Il Coordinatore avviserà i genitori, che provvederanno al ritiro tempestivo del bambino. Il bambino dovrà essere visitato dal suo pediatra. All’arrivo del genitore, il bambino verrà accompagnato all’ingresso e verrà consegnato ai genitori. Dovrà essere compilato e firmato il modulo apposito dall’adulto e l’intera zona rossa sarà sanificate.
  • Il Coordinatore comunicherà al Referente Covid 19 relazionando circa l’accaduto e fornendo il nominativo del pediatra di riferimento.
  • Il Referente Covid comunicherà al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL per avere indicazioni sulla gestione del gruppo/bolla. A questo punto si presenteranno 3 scenari possibili:
    1. Se il pediatra non riterrà i sintomi riconducibili a Covid-19, il bambino potrà rientrare in struttura una volta guarito previo certificato da parte dello stesso pediatra;
    2. Se il pediatra ritenesse di sottoporre il bambino a tampone e il tampone risultasse negativo si procederà come nel primo scenario; il bambino dovrà comunque restare a casa fino a guarigione clinica e a conferma negativa del secondo test.
    3. Se il tampone del bambino risultasse positivo ci si atterrà alle disposizioni del Dipartimento di Prevenzione ASL per le eventuali operazioni di tracciamento dei contatti e l’eventuale isolamento del gruppo/bolla.

Cosa accade all’uscita?

Anche le uscite saranno scaglionate ad intervalli di tempo regolari a gruppi per evitare assembramenti.

  • L’uscita verrà effettuata nel punto del triage;
  • L’adulto che ritira il bambino dovrà rispettare il distanziamento;
  • L’educatore consegnerà all’adulto il bambino.

Come puliamo e sanifichiamo gli ambienti?

Al fine di ridurre il rischio di esposizione a SARS-CoV-2, oltre al distanziamento sociale, all’igiene personale e alla protezione delle vie aeree è necessario assicurare la pulizia giornaliera e la igienizzazione periodica di tutti gli ambienti. A tal fine è stato predisposto un cronoprogramma ben definito.

Gli interventi di pulizia avverranno rispettando il principio secondo il quale qualora uno spazio venga utilizzato da più gruppi/bolle, tutto dovrà essere sanificato ad ogni cambio di gruppo/bolla.

In caso di segnalazione di un caso sospetto Covid-19 all’interno della struttura dovrà essere attuata la procedura di pulizia e sanificazione secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22.02.2020 del ministero della Salute, utilizzando pertanto prodotti specifici a base alcolica, di ipoclorito di sodio o virucidi.